CHI SIAMO:

L’Hotel Villa Villoresi è un’albergo 3 stelle superiore, in una residenza storica, diretto da un proprietario della villa, con personale gentile e qualificato, che parla varie lingue, in grado di dare utili informazioni e impegnato a rendere il soggiorno degli ospiti piacevole e confortevole.

Contatti: Cristina Villoresi

LA VILLA VILLORESI : STORIA E INFORMAZIONI

La villa nasce come fortezza intorno al 1100, la struttura originale consiste in un cortile centrale con una torre guelfa e due ali laterali collegate da un camminamento per i soldati. Come tante altre intorno a Firenze, lo scopo di queste costruzioni era il controllo della zona e la difesa della città dalle frequenti incursioni nemiche.



La Villa fu proprietà dei della Tosa, potente famiglia di parte guelfa, della corporazione dell'arte della lana, il cui stemma in pietra con un paio di cesoie è ancora ben visibile sulla facciata della torre; nel 1260 le fazioni ghibelline vincitrici a Montaperti, in segno di spregio verso la famiglia di parte avversa, saccheggiarono le mura e diedero fuoco alla torre, ricostruita, resse fino al 1364 quando orde pisane, unite a quelle inglesi e tedesche condotte da l'"Acuto", la saccheggiarono e le diedero fuoco di nuovo. A questo episodio, seguì una richiesta di risarcimento dei danni da parte dei Della Tosa che è documentata negli annali del Comune di Firenze. Simone della Tosa infatti racconta nelle sue cronache, che nel 1364 ".. fece rialzare e merlare la torre nostra di Colonnato..". Per questa questione, la villa ha il ricordo storico più antico, fra le ville da questa parte dell'Arno. Da allora la torre è rimasta mozza.

Nel Rinascimento Firenze raggiunge tale forza economica, politica e militare da non temere più i vicini, così alcune strutture di difesa nei dintorni di Firenze, come questa, furono trasformate in residenze di campagna, ampliate, aperte, ingentilite, arricchite di giardini, parchi ed opere d'arte. Lo scopo era di godersele con lo spirito del tempo e di mostrare il potere ed il gusto raggiunti.

In otto secoli questa villa è stata proprietà di poche famiglie: nel 1579 è passata dai Della Tosa ai Manieri, poi ai Capponi , ai Collini e ai Pratellesi, fino ai Villoresi, attuali proprietari. Tutte hanno lasciato l'impronta dei loro gusti e delle mode delle rispettive epoche. La cappella gentilizia risale al XVII ° secolo. In questa casa le vicende della storia e delle famiglie si mescolano alle leggende, come quella che vuole Gemma Donati, moglie di Dante, si stata accolta per un certo periodo in questa villa all’inizio dell’esilio del poeta.


La Galleria d’Ingresso

La Villa è monumento Nazionale. Negli anni sessanta fu trasformata in albergo, mantenendone intatta la struttura e l'aspetto piacevole ed elegante delle nobili ville toscane di campagna.

La galleria d'ingresso, all’origine era un passaggio per andare a cavallo da un podere all’altro, è lunga quaranta metri ed è stata interamente dipinta a tempera nel 1829 dal fiorentino Alfredo Luzzi, che rappresenta paesaggi toscani mescolati ad immagini e simboli egizi, secondo la moda diffusasi dopo la campagna di Napoleone in Egitto. E’ il più esteso e uno dei più originali esempi di “Retour d’Egypte” in Italia.

Dalla galleria, si può andare in giardino, oppure entrare in biblioteca , nell’ ingresso, al bar, e alle sale da pranzo.


villavilloresi     villavilloresi villavilloresivillavilloresi
Tempere di Bartolomeo Pinelli “Il Gioco dei Burattini”

Al primo piano, la vecchia sala da pranzo, è interamente dipinta a tempera da Bartolomeo Pinelli (1781-1835) con scene e giochi della campagna romana, come : il teatro dei burattini, i pastori, il gioco delle bocce, la tarantella ed il villano con l'orso e i canini ammaestrati che si esibivano alle fiere. Queste sono le uniche tempere che si conoscano di questo autore romano, più famoso per le sue stampe. Sembra che Pinelli, abbia dipinto le pareti della sala da pranzo per ringraziare dell'ospitalità ricevuta in questa casa ai primi dell'ottocento.                                             

villavilloresi
La Loggia rinascimentale

Da questa stanza si accede alla loggia rinascimentale che si apre sul giardino all'italiana, disegnato dal bosso, pieno di rose, limoni ed aranci selvatici.

E` la loggia più lunga di Toscana, quaranta metri come la sottostante galleria d’ingresso, colonne in pietra serena sostengono il soffitto a travi e mattoni, sulla balaustra, vasi di terracotta e gerani: è lineare e maestosa.

Alcuni degli appartamenti più belli per ampiezza, affreschi e decorazione, si aprono su questa loggia, altre camere dell'albergo danno sul giardino, sul prato e sul cortile medievale, una camera è nella torre.

villavilloresi

villavilloresi

villavilloresi

E' frequentata dalle persone più diverse e di tutti i paesi del mondo: turisti, uomini d'affari, artisti, scienziati, gente comunque che ama ritrovare una tradizione e che dopo le fatiche turistiche o lavorative, vuol godersi il presente, un'atmosfera rilassante, un tuffo in piscina e cibo genuino, fuori dal rumore e dalla congestione della città, potendola raggiungere in poco tempo.

villavilloresi
Lo scultore Antonio Berti con amici

villavilloresi
Concerti dal vivo alla Villa Villoresi

villavilloresi
Lo scultore Salvatore Cipolla

Alla Villa si svolgono varie attività culturali, ad esempio:

1) Su richiesta di Pittori, Scultori, Musicisti, Artisti di ogni arte, che viaggiano con i loro studenti e desiderano far loro lezione , per un certo periodo, in una città o in un paese diverso, che vogliono visitare con loro, l’Hotel Villa Villoresi, mette a loro disposizione, spazi adatti allo svolgimento delle loro attività , con studenti di ogni età che alloggiano alla villa.

2) Persone di ogni età, da 6 a 16 , che desiderano imparare una tecnica da alcuni grandi artigiani fiorentini, come: Disegno e Tecniche Pittoriche, Affresco, Tempera, Mosaico e Restauro, avranno la possibilità d’imparare la diverse tecniche dai grandi specialisti, direttamente alla villa , altre nei loro studi.

3) A Scrittori e Studiosi che hanno bisogno di lavorare per un lungo periodo in un posto tranquillo, l’Hotel Villa Villoresi, offre prezzi speciali e mette a disposizione una grande stanza nella torre, con nessuno intorno, o altri spazi simili, equipaggiata secondo le loro necessità.

4) Su richiesta di Accademie, Musei, Istituti Culturali, Club e Associazioni, con l’aiuto di esperti e la cooperazione di Agenzie di Viaggio in varie parti del mondo, alla villa si organizzano dei Programmi Culturali Speciali, per piccoli gruppi precostituiti, da 10 a 24 persone , che soggiornano alla villa per 7 notti, con interessi comuni per specifici argomenti, che sono trattati attraverso Conferenze, Concerti, Visite Speciali a collezioni pubbliche e private, Concerti ed Escursioni nello splendore della campagna Toscana.

5) Per le persone che viaggiano da sole, con un piccolo gruppo di amici, tutti uomini e tutte donne, coppie e famiglie, che soggiornano alla villa da 3 a 7 notti e che vogliono dedicare una parte del loro tempo a qualcosa di speciale, si sono studiati e si propongono: Eventi, Visite speciali, itinerari con visite a collezioni pubbliche e private, alla scoperta di giardini segreti, dei grandi artigiani ed artisti in vari campi, come : Profumi, Gioielli, Musica, Alta Moda ed Arti, godendosi allo stesso tempo i vini e la cucina! Tutte cose che potranno fare autonomamente, con la loro macchina, o prenotando una guida quando lo riterranno utile o una guida autista quando non vorranno proprio avere alcun pensiero!

villoresi